Image Alt

Approfondimenti

Durata dell’utensile, velocità di taglio, efficienza, qualità, profittabilità… Ecco le richieste alla lavorazione in alta pressione. In tutto ciò è strategico il lubrorefrigerante, e in particolare il legame fra pressione e portata. Parlare di sistemi evoluti significa arrivare a filtrare sotto 10μm, raggiungendo portate fino 100÷120 l/min, con un riconoscimento automatico dell’utensile che sta lavorando per arrivare ad adeguare la portata

L’asportazione di truciolo genera truciolo, ma la rettifica di materiali duri genera scarti sotto forma di una polvere insidiosa: sistemi evoluti consentono la contemporanea ed ottimale gestione di entrambi. RBM ha presentato ROTO-STAR, una soluzione che poteva ripulire il fluido da taglio da tutti gli scarti grazie ad un duplice filtraggio.

La lavorazione dell’alluminio pressofuso genera un truciolo che, oltre a non essere lungo, e di tipo polveroso. Inoltre, galleggia, generando un notevole inquinamento del fluido in vasca. Il concetto di pulizia dovrebbe essere privilegiato da ogni azienda che ponga al centro la qualità con un contenimento dei costi globali di processo, in particolare quando le lavorazioni richiedono alta velocita o

La ricerca di soluzioni tecnologiche innovative, in grado di rispondere alle esigenze delle lavorazioni meccaniche, ha portato allo sviluppo delle lavorazioni in alta pressione. Questo per riuscire ad ottenere risultati che le tecnologie tradizionali non permettono o permettono con difficoltà.

RBM, azienda friulana da anni impegnata nel risolvere problematiche tecniche legate alla gestione del truciolo e del fluido da taglio, ha recentemente promosso, in collaborazione con Sandvik e Brinkmann Pumps, un incontro di aggiornamento tecnologico su un tema molto attuale: le lavorazioni in alta pressione, alta velocità ed alta precisione.

Il rapporto pressione/portata del lubrorefrigerante sta acquisendo un ruolo strategico quando si parla di durata dell'utensile e velocità di taglio, cioè di lavorazioni efficienti e di qualità. Partendo dalle esigenze degli utilizzatori, RBM di Pradamano (UD) ha messo a punto IFDR 800 Duplex, un sistema di gestione del lubrorefrigerante in grado di adattarsi automaticamente ad un’ampia gamma di rapporti pressione/portata,

La fresatura della grafite in campana ad acqua implica la filtrazione molto spinta del liquido refrigerante. Gli impianti integrati RBM sottopongono il lubrorefrigerante a un processo continuo di pulizia, ossigenazione e separazione degli oli estranei, rilanciando in circolo liquido pulito e a temperatura controllata.